Beginnings

Beginnings Meir Shalev

La Bibbia attraverso le sue prime volte in un viaggio sorprendente attraverso la Genesi. Meir Shalev, ci conduce  per mano attraverso storie conosciute, ma interpretate in modo nuovo  attraverso le prime volte.

Undici capitoli, che sono undici prime volte: dal primo Amore che non è l’amore tra un uomo e una donna, ma l’amore di un padre per il figlio. Il primo Sogno, quello di Abimalech che non è un sogno come lo intendiamo noi oggi. Il primo Re. Il primo Pianto,quello di Agar, la schiava di Abramo e madre di Ismaele, che viene cacciata a causa della gelosia di Sara e sarà consolata proprio da Dio.Poi ci sono i capitoli sulle prime Spie, il primo Animale e la prima Donna Innamorata che è Michal, figlia di Saul e prima moglie di Davide, una vera eroina romantica ante litteram : il suo amore per Davide non è mai ricambiato, nonostante l’ aiuto e la rocambolesca fuga per salvarsi.Seguono poi il primo Profeta e la prima risata, quella di Sara quando apprende che all’ età di novantanove anno avrà un figlio da Abramo che poi è anche l’ ultima. Il primo Odio, che non è l’ odio tra Caino e Abele, nè quello tra nemici o rivali, ma è un altro odio. E per finire il capitolo sulla prima Legge. Meir Shalev ci conduce  attraverso le storie come se fosse la prima volta che le ascoltiamo, rendendo i personaggio reali ed umani, commoventi e passionali.
E ci racconta una storia con un linguaggio semplice, come se fosse una favola.

Una riflessione: e se ci avessere insegnato Storia delle Religioni in questa maniera?

Da leggere sempre dello stesso autore Re Adamo nella Giungla Edizioni Frassinelli 2001 traduzione di Elena Loewenthal :

La mia Bibbia è un altra Bibbia. Dove autori e personaggi sono in carne ed ossa…        i suoi personaggi non sono santi o puri.

 

Autore: Meir Shalev

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>